Titoli e attributi di Maria

Molti sono i titoli e gli attributi di Maria con i quali la nostra fede e devozione mariana si esprime lodando Maria nelle sue più insigni doti. Basta pensare alle litanie Lauretane o titoli attribuiti da dogmi di fede come l’Immacolata Concezione confermata dalla Madonna a Santa Bernadette. Altri attributi di glorificazione dovuti a messaggi durante le apparizioni, dove la Madonna stessa si attribuisce titoli offrendoli alla devozione popolare. Altri ancora sono dovuti ai luoghi delle apparizioni; per citarne alcuni tra i più conosciuti:
Madonna di Lourdes, Madonna di Fatima, Madonna de La Salette, Sostra Signora del Pilar, Nostra Signora di Guadalupe e altri ancora.
Altri titoli dovuti alle apparizioni:
Consolatrice degli afflitti, Madonna della Luce, Aiuto dei cristiani, Corredentrice e tanti tanti ancora.
Marco Simonatti

Beata Vergine del Carmelo1. Scapolare: parte significativa dell’abito carmelitano

Come tante altre devozioni, è difficile poter stabilire con precisione le origini della devozione allo Scapolare del Carmelo.
Più agevole è segnalarne le fasi di crescita.

Ricordiamo, comunque, subito che “scapolare” viene da “scapola” e indica quell’indumento che presso molti istituti di monaci o frati nel Medio Evo ricopriva sia il petto e sia le spalle o scapole, dopo averlo infilato per la testa.
Serviva generalmente per i tempi di lavoro, così da proteggere l’abito e non insudiciarlo.

Dello Scapolare carmelitano come parte della divisa dell’Ordine non c’è nessuna traccia nella Regola o Norma… Continua a leggere

2. Scapolare: segno di protezione di Maria in un ordine “strano”

Fatte le debite premesse di sopra, annotiamo che la devozione dello Scapolare della Madonna del Carmine negli ultimi secoli e fino a non molti anni fa era arrivata ad accentrare su di sé, in forma quasi eccessiva, l’attenzione dei fedeli, come se questo simbolo esprimesse l’intera “predicazione carmelitana” a riguardo di Maria. Quando, in tempi più recenti, venne però messa in forte dubbio la storicità di una certa visione sullo Scapolare, parve che l’ordine Carmelitano non avesse più molto da dire al riguardo.

Invece si rivelò ancor più necessario… Continua a leggere

3. Lo Scapolare: “Sacramento mariano”?

1.Non è un vero sacramento.

I veri Sacramenti sono solo quelli istituiti da Cristo e sono solo sette, “né più né meno”, come proclamò il Concilio Tridentino. Sono segni efficaci della Grazia: donano, a chi li vuole ricevere vitalmente, la grazia che esprimono.
Così il Battesimo purifica (come indica il segno dell’acqua) dal peccato originale (o “di fondo”), in forza della Trinità SS.

L’Eucarestia nutre l’anima alla maniera in cui il pane nutre il corpo: e fa in modo che il credente non tanto assimili il cibo divino, quanto invece venga assimilato da esso, cioè… Continua a leggere

4.Valori dello Scapolare

1) Primo valore: la “consacrazione”

Lo Scapolare del Carmine è sintesi di molti, anzi di tutti i più sicuri valori della pietà dei fedeli verso Maria. Il primo è la “consacrazione”.
È quella che Maria stessa fa dei suoi figli, vestendoli e segnandoli in modo speciale come appartenenti a lei.

Il primo Santo che esprime in termini chiari l’offerta totale di sè alla Vergine è il grande vescovo predicatore-teologo Giovanni Damasceno (+ 749), nel quale si riassume l’insegnamento circa Maria di tutti i precedenti “Padri” della Chiesa: “Anche noi oggi ci presentiamo a Te, o Sovrana, sì,… Continua a leggere

5. Dunque: un grande segno, un serio impegno

Il punto centrale della devozione allo Scapolare è la consacrazione a Maria, come offerta di sè e della propria vita e come impegno di onorarla rivivendone le virtù.
S. Alfonso Maria de’ Liguori scrive che i fedeli indossano lo Scapolare” in segno di essere dedicati alla di Lei servitù, e di essere del numero della famiglia della Madre di Dio» (Le Glorie di Maria).

Pio XII vede nello Scapolare un segno di “consacrazione al Cuore Immacolato di Maria” (Lettera autografa – 1950) e dice che il cristiano, indossandolo, “fa professione di appartenere… Continua a leggere

6. Considerazioni pastorali concrete

1) Lo Scapolare da solo non basta

Non è sufficiente indossare lo Scapolare; è necessario coglierne il valore e il significato, dargli un posto nella vita. Così davvero si onora Dio nella Madonna.
Perciò l’imposizione dello Scapolare va preceduta da una istruzione appropriata.

Ogni Sacerdote può imporre lo Scapolare, benedicendolo con un segno di croce; ma quando i fedeli che lo richiedono sono in molti e in circostanze solenni come nel giorno del Carmine, è conveniente usare la formula propria, che si trova nel Rituale e viene riportata sotto.

2) Il primo Scapolare (in stoffa)

Il… Continua a leggere

7. Il più bel dono materno

Dopo che una mamma ha dato la vita al suo bambino, nulla ha più a cuore che donargli un veste che difenda quella debole creatura e insieme ne sia ornamento.
Chi non conosce le ambizioni delle mamme nel preparare le vesti dei loro piccoli? Anche la Madonna è Mamma di Gesù e di noi, con le “debolezze” e le ricchezze proprie di un cuore materno che, tra tanti figlioli, ha sempre tenerezze di predilezione per ciascuno.

Nella immensa famiglia cristiana i Carmelitani si gloriano di certe predilezioni di Maria, che è detta Madre, Regina,… Continua a leggere

8. Magistero della Chiesa e santo Scapolare

1) “Nessuno ignora…” (Pio XII, 1950)

Certamente nessuno ignora quanto ad avvivare la fede cattolica e ad emendare i costumi conferisca l’amore verso la Beatissima Madre di Dio, specialmente attraverso quelle espressioni devozionali con cui, a preferenza di altre, sembra che le menti si arricchiscano di dottrina soprannaturale e gli animi siano sollecitati al culto della cristiana virtù. Tra queste va ricordata in primo luogo la devozione del sacro Scapolare dei Carmelitani perché, adattandosi, per la sua semplicità, all’indole di ogni persona, è larghissimamente diffusa tra i fedeli cristiani, portando ricchi frutti spirituali… Continua a leggere

9. Preghiere e riflessioni mariane del Carmelo

“Flos Canneli ” (Fior del Carmelo): Antica Lauda
1) Fior del Carmelo, vite fiorente: luce del cielo, sei tu soltanto Vergine Madre.
2) O Madre mite e intemerata, ai figli tuoi sii propizia, Stella del mare.
3) Ceppo di Jesse che doni il Fiore, a noi concedi di rimanere con te per sempre.
4) Giglio sbocciato tra acute spine, conserva puri i nostri cuori e dona aiuto.
5) Forte armatura, là dove infuria la dura lotta offri a difesa lo Scapolare.
6) Per noi incerti tu sei la guida; a noi provati concedi… Continua a leggere