Lettera ai pellegrini nuovo anno pastorale 2018/2019

E Modalità di incontro con il sacerdote

A tutti, pellegrini, parrocchiani, …

Benvenuto a San Donato, chiunque tu sia.
Questo luogo in cui sei approdato, per i motivi che solo il buon Dio sa, è un luogo speciale, per la bellezza naturale che lo circonda ed in cui è inserito e per la sua profonda spiritualità, che ti invita ad alzare lo sguardo verso il cielo e lodare il Signore autore di ogni bene e di ogni bellezza.

La cura di questo ambiente è frutto della dedizione e del lavoro di tante persone.
Il Signore le benedica tutte.
È un posto che chiede anche a te rispetto e amore.
Rispetto del silenzio, della sua storia, di chi lo vive, del suo spazio e delle sue opere…

Il sacerdote che ha portato San Donato ad essere quello che vedi è don Mario Boretti, parroco ed esorcista, sacerdote di grandi intuizioni.
Il sacerdote che trovi adesso è parroco ed ha l’incarico episcopale di esorcista; è semplicemente un sacerdote che dice messa, benedice, confessa e cerca di vivere l’esperienza della Divina Misericordia e di farla vivere agli altri.

Chi viene per cercare altro, rischia di rimanere deluso.

San Donato, oltre ad essere una parrocchia, è un centro mariano di irradiazione della Divina Misericordia.

Vieni a chiedere una benedizione?

Tieni conto che la più grande benedizione per la nostra vita è partecipare attivamente alla Santa Messa e fare esperienza del perdono che guarisce attraverso la Santa Confessione.
E’ poco fruttuoso per la propria vita ricevere le benedizioni senza vivere una vita a contatto con Gesù vivo e vero presente nei sacramenti.
E’ come accontentarsi delle briciole che non sfamano, dinanzi alla possibilità di fare un bel pasto che sazia.

Ti auguro un buon cammino insieme a Maria verso Gesù!

Sac. C.M.

 Modalità di incontro con il sacerdote

  1. Il pomeriggio di martedì don Cristian riceve per benedizioni personali dalle 15.00 alle 16.00, senza appuntamento e davanti alla Madonna del Roseto. Per brevi colloqui e confessioni riceve dalle ore 16,00 alle ore 17,50 senza appuntamento, un massimo di 6 persone.
  2. L’ultimo sabato del mese alle ore 16,00: benedizione per la salvaguardia della salute con meditazione e benedizione personale e delle cose.
    (vedere sempre orario affisso in bacheca e nel sito).
  3. Dopo ogni Santa Messa: benedizione solenne sul popolo, benedizione degli oggetti di pietà e degli alimenti.
    Altre preghiere e suppliche secondo i tempi liturgici o altre ricorrenze.
    Benedizione dei bambini alla Santa Messa domenicale delle 11.00.
  4. La benedizione sulle singole persone alla fine della Messa del mercoledì e del venerdì viene impartita con la reliquia di padre Pio o di altro santo a seconda delle ricorrenze.
  5. NB: Non si possono prendere posti per altre persone. Ciascuno deve aspettare per se, salvo eccezioni da concordare con il parroco.
  6. Ti raccomando, fai attenzione: per lasciare la possibilità anche agli altri di essere ricevuti non venire più di una volta al mese.
    Salvo eccezioni che il sacerdote dirà personalmente o urgenze.

Le seguenti disposizioni saranno attive dal mese di ottobre

—————————————————————————————————–

NOTA: Chi ritiene di avere necessità dell’esorcismo occorre prendere nota dell’estratto della lettera del Vescovo in bacheca.
Quello descritto è l’iter ordinario e raccomandato da seguire per accedere all’opera del sacerdote esorcista.

Tutti gli orari soprascritti sono soggetti a variazione; verificare sempre il programma del mese sulla Bacheca o sul Sito della Parrocchia.
“Pax tecum”

—————————————————————————————————–

Appuntamenti mensili

A proposito di confessioni, colloqui e benedizioni.

Confessioni:

Prima della Messa del mercoledì, cioè dalle 17.00 alle 18.00 circa senza appuntamento.
Ultimo giovedì del mese, dalle 16.00 alle 18.00 circa, senza appuntamento, confessioni per i giovani (dai 39 anni in giù e, orientativamente, non più di 5 persone).
Il venerdì prima della messa del dopo cena dalle 20.30.

Domenica, un’ora prima delle tre messe delle 08.00, 11.00 e 18.00 (nelle confessioni che precedono la Santa Messa delle 08.00 hanno precedenza i parrocchiani).

Benedizioni:

Il martedì ci sarà l’opportunità di ricevere una benedizione personale dalle 15.00 alle 16.00. Il sacerdote si troverà in chiesa e davanti alla Madonna del Roseto.
Senza appuntamento, ma secondo l’ordine di arrivo.

Dalle 16.00 alle 17.50 riceverà per le confessioni e brevi colloqui (un massimo di 6 persone).
Il tutto senza appuntamento, ma secondo l’ordine di arrivo.

Dopo le messe del mercoledì, alle ore 18.00 e del venerdì, alle ore 21.30 (estivo) ore 21.00 (invernale), c’è sempre la benedizione delle cose e la benedizione con una reliquia imposta su ciascun fedele, uno ad uno.
Di solito è usata la reliquia di Padre Pio oppure di altro santo di cui si celebra la festa liturgica.

Nella Messa domenicale delle 11.00, oltre ad esserci le benedizioni come nei giorni feriali, c’è una specifica benedizione per i bambini e i ragazzi.

Alla fine di ogni messa c’è sempre la benedizione degli oggetti di pietà e delle cose e, a seguire, la benedizione sul popolo tramite aspersione con acqua benedetta (che può essere anticipata all’atto penitenziale), facendo così memoria del Battesimo e della vittoria di Cristo sul male, sul maligno e sul peccato.

L’ultimo sabato del mese, alle ore 16.00, viene celebrato la preghiera e la benedizione per la salvaguardia della salute, che si conclude con un segno di benedizione fatto su ciascun fedele (in genere il guanto di Padre Pio). La preghiera prosegue con l’esposizione del Santissimo, il Santo Rosario e la Santa Messa.

Attenzione: i programmi possono subire variazioni a causa di altre celebrazioni o di imprevisti. Confrontare sempre il programma mensile e le comunicazioni affisse in bacheca.

  1. Primo venerdì del mese (Sacro Cuore): ore 21,00 Rosario – ore 21,30 Santa Messa.
  2. Ultimo venerdì del mese: (Gruppo di preghiera di Padre Pio): ore 21,00 Rosario – ore 21,30 Santa Messa.