Semaforo vecchioCarissimi,

San Donato è bello ed è stato abbellito nel tempo.
Se si guardano le foto degli anni passati si rimane di stucco dalla graduale metamorfosi avvenuta in questo giardino di Maria.
Questo luogo è un cantiere aperto, sia a livello spirituale, sia per la sua manutenzione ed evoluzione.

Negli ultimi mesi, tra i molti lavori di manutenzione e di ordinamento,abbiamo apportato una piccola modifica nei pressi della parete degli ex voto (nel chiostrino).
Abbiamo posto una transenna in ferro battuto, ad opera del mastro fabbro Stefano, che riproduce un cordone poggiato su dei basamenti con delle foglie arricciate, che richiamano il giglio di Firenze.

Quest’opera deve aiutarci ad accorgerci che oltre quel cordone c’è un “luogo sacro” ove è espressa la devozione e la gratitudine di tanti fedeli che, afflitti dalla vita o dal nemico, hanno ricevuto una risposta alle loro preghiere in questo amabile luogo.

Ringraziamo la famiglia Moni-Volentieri, per averci fatto dono di un trattore fiat 300, utilissimo per la manutenzione di San Donato.
Grazie.

In seguito a molteplici casi di furto nelle auto nel nostro parcheggio, eventi che addolorano sia chi ne è vittima sia San Donato, abbiamo deciso di installare un primo impianto di telecamere di sicurezza, con monitoraggio ad alta definizione e con possibilità di visione da parte delle forze dell’ordine.
Sono state poste anche delle sbarre di ferro.
Chi volesse contribuire alle spese può farlo come meglio crede.

Il percorso verso la costruzione di una nuova chiesa, come estensione di quella attuale, sta andando avanti.
Le competenti autorità ecclesiastiche hanno dato il loro definitivo nulla osta unitamente ad alcune indicazioni di percorso da osservare nella progettazione.

A tale proposito, si può leggere l’ultima lettera del nostro vescovo sul sito della parrocchia e in bacheca a San Donato.
Abbiamo preso nuovi contatti col comune di Montespertoli ed abbiamo avuto indicazioni per procedere.

Non sappiamo ancora quanto tempo occorrerà per poter avviare i lavori.
Quando sarà il momento, il progetto sarà pubblicamente presentato, ma nell’attesa tutti siamo chiamati a pregare perché il progetto sia del Signore.
Molte altre cose racconteremo nei prossimi semafori: la revisione dello Statuto dei Cavalieri di Maria, i sacerdoti aiutati da Don Mario, etc…

A tutti voi e ai vostri cari rivolgo un caro saluto ed una benedizione.

Sac. Cristian Meriggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *