“Mio Dio! Credo, adoro, spero e Vi amo.

Vi chiedo perdono per coloro che non credono,

non adorano, non sperano e non Vi amano”.

(L’Angelo della Pace ai pastorelli di Fatima)

Carissimi,

il mese di marzo è trascorso carico di eventi importanti: la Maratona di Preghiera, 47 ore ininterrotte di preghiera con Gesù Eucaristico, scandite dalle 20 intenzioni del Roseto Perpetuo di Maria; la presenza del Cardinale Ernest Simoni; la settimana di Preghiera, la Crociata di preghiere per le anime purganti; il rinnovo del Consiglio Pastorale Parrocchiale; e molto altro.

La foto in copertina è di Caterina Morelli, medico chirurgo pediatra, a cui è dedicato questo numero.
Caterina, amica di San Donato, ha concluso la sua vita terrena in modo esemplare.
Una vita mossa dal grande desiderio di conoscere sempre di più e di far conoscere il Volto di Dio, l’unico che da senso a tutte le cose.

Nel mese di aprile, abbiamo avuto la gioia di avere tra noi il Cardinale Ernest Simoni, in particolare, nella celebrazione del Venerdì Santo, della Veglia della notte Santa e il lunedì dell’Angelo. Lunedì 29 aprile, festa del compatrono di San Donato, San Pier Martire, santa messa alle ore 21.00 con la tradizionale benedizione del Giaggiolo.

La realtà della festa di Pasqua, festa dei liberati, festa di coloro che sono stati scampati dal peccato, dalla morte e dalle insidie del nemico.
Rimaniamo nella gioia e nella grazia di questa festa, per rimanere nella vittoria che Cristo ci ha guadagnato.

Giunti al mese di Maggio, mese mariano per eccellenza.
Ci vede impegnati a manifestare tutto il nostro affetto e tutta la nostra riconoscenza verso la Vergine santissima.
Lei Madre della Misericordia e di misericordia volentieri si intrattiene con noi, dolcemente, soprattutto nella Santa Messa, dove viene ripresentata l’offerta del Suo Figlio, e nel Santo Rosario, che, come direbbe il Beato Bartolo Longo, è “una dolce catena, che ci rannoda al cielo”.

Tanti sono in i momenti in cui ci ritroveremo a vivere questa intima amicizia spirituale con Maria e Gesù.
Il Santo Rosario nei luoghi sacri di San Donato; le sante Messe e il Santo Rosario nelle famiglie della parrocchia; altri momenti come, il triduo alla Madonna di Fatima e la festa di Fatima con il dono del fiore bianco a Maria, la supplica della Madonna di Pompei e altri momenti.

Voglio salutarvi con quest’estratto dell’editoriale di don Mario apparso sulla Voce di San Donato del febbraio 2010, che dice molto: “Nel 1964,(don Mario parla) il 31 dicembre, stavo pregando in chiesa per ringraziare il Signore dell’anno trascorso. Mentre pregavo sentii la presenza della Madonna, della Mammina d’Oro: mi sembrava di vederla in trono, con Gesù Bambino in collo e San Michele Arcangelo e San Giuseppe ai lati.
Ora non fuggirei più, se venisse la Madonna e mi accarezzasse i capelli”.

Un caro saluto a tutti e buon mese mariano.

Vostro, don Cristian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *