Semaforo rosso

Salve a tutti

il nostro semaforo è diventato rosso…

Sosta tecnica. In che senso?

A distanza di un anno dal mio arrivo a San Donato riconosco ancora di più la bellezza spirituale e naturale di questo luogo benedetto da Dio, cesellato dalla sua mano e dipinto con quel “pennelluccio” che è don Mario.

Ringrazio di cuore tutti i miei predecessori e tutte le persone che si stanno spendendo generosamente e disinteressatamente per la cura di questo luogo, ma la sosta serve a fare il punto della situazione.

Ci siamo affiliati all’Anspi (Associazione Nazionale San Paolo Italia) per poter servire San Donato in quegli aspetti che riguardano la pastorale ricreativa e ristorativa.
Infatti, essendo un’associazione di promozione sociale, nata per il servizio delle parrocchie nel gestire gli oratori e i circoli, ci siamo appoggiati per poter riaprire il circolino e un oratorio per ragazzi.

E non solo, ma poter svolgere tante altre attività pastorali. Per riuscire a fare questo c’è bisogno dell’aiuto di tutti, di tanti volontari.
Ecco perché è importante la campagna di sensibilizzazione del volontariato che si è inaugurata ad ottobre e che sta andando ancora avanti.
È un cammino che richiede tempo e pazienza.
L’organizzazione del circolo ha bisogno di tanti volontari disposti a formarsi attraverso un corso di che abbraccia tre aspetti: uno etico – come si serve a San Donato, uno sanitario – acquisizione dell’haccp ed uno professionale – che aiuta a rapportarsi con il pubblico e ad organizzare il banco.

Stiamo lavorando ad un progetto di ampliamento della chiesa e di riorganizzazione degli spazi di san Donato.
Per la costruzione di una nuova chiesa attualmente non ci sono le forze e soprattutto la necessità.
Occorre invece un po’ più di spazio per poter riorganizzare gli interni della chiesa e gli esterni in modo da poter fruire meglio di questo luogo benedetto.
Presto ci sarà un articolo esplicativo di questo progetto in corso che il Consiglio Pastorale (CPP) e il Consiglio per gli affari economici della parrocchia (Copae) hanno già vistato e che il nostro vescovo sta seguendo.

Come già sapete abbiamo aperto un punto di ascolto con la presenza settimanale di psicoterapeuti qualificati.
Questa opportunità è stata possibile grazie agli accordi presi con il Governatore della Misericordia di Empoli che ben volentieri, con il consenso degli specialisti terapeuti, ha reso possibile la creazione di una sede distaccata del Consultorio Familiare “Madre Teresa di Calcutta”.

Tante altre piccole cose stanno accadendo e rendo grazie al Signore per tutto quello che sta operando.

Facciamo rifornimento di preghiera… pregate e fate pregare per me e San Donato.

Benedico in Gesù e Maria.

Don Cristian Meriggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *