Facebook
Logo Facebook

Saluto del nuovo parroco: Sacerdote Cristian Meriggi

VescovoSan Donato a Livizzano, 7 dicembre 2016

Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla… (Sal.23)

Uso queste parole del salmista per esprimere la mia personale fiducia nel Signore e nella sua Misericordia.
Fiducia che sempre mi ha accompagnato nel percorso della mia vita; fiducia nel suo agire che si manifesta in mille modi e di cui oggi riesco a riconoscerne alcune delle sue tracce… fiducia nel suo operare, anche quando il cuore sale in gola e il cielo dentro di me si è coperto di nubi per lo smarrimento, fiducia di cui sento il bisogno di essere sempre più confermato dal cielo e da Lei, Eminenza, come successore degli apostoli e garante per la nostra fede.

Ringrazio il Signore Gesù per la sua compassione divina nonostante la reale povertà della mia persona.
Ringrazio il Signore per il dono della Chiesa, nella quale continuamente, attraverso i sacramenti, posso essere rigenerato e ricominciare ogni volta che cado; ringrazio il Signore per il popolo di Dio, in cui manifesta la sua azione divina nella chiamata alla comunione con Lui; lo ringrazio per San Frediano, popolo generoso e verace, e oggi per questa nuova comunità di San Donato e Pulica, che Lei mi affida e alla quale sono affidato come fratello e Pastore, flebile segno dell’unico Pastore unito al suo popolo.

Ringrazio il Signore Gesù per i sacerdoti miei predecessori, lo ringrazio per tutti quelli che sono presenti, per i miei cari, per i miei confratelli sacerdoti qui presenti, per il terz’ordine carmelitano, i Cavalieri di Maria e le Ancelle, i volontari, i parrocchiani, i pellegrini e tutti gli amici che sono convenuti oggi a far festa insieme con noi.
Ringrazio la Vergine Maria, Madre della Speranza e Madre della Chiesa, a lei affido questi primi passi, certo che sempre sarà con noi e, così, in sua compagnia il cammino verso Gesù sarà più spedito e sicuro.
Grazie e Dio vi benedica tutti.

Sacerdote Cristian Meriggi

2 risposte a Ingresso del nuovo parroco

  • Ciao Cristian, sono Liana Barbani, la moglie di Paolo, di Montale. Con te abbiamo condiviso pellegrinaggi a Fatima e San Giovanni Rotondo – sempre grazie a Dion Mario – Ero molto amica dellaTua cara mamma Anna, ed oggi sono felicissima che tusia a San Dionato perchè anche Lei lo voleva tanto.
    Le mie vicissitudini in parte le sai, ma non conosci quelle della mia salute (in marzo ho avuto un infarto). Spero di poterti venire a trovare presto quando farà meno freddo per me.
    Ti chiedo, se puoi, di pregare per me e la mia famiglia. Spero che il babbo Faliero stia ancora bene come pure tuo fratello.Ti invio un abbraccio ed un bacio davvero materno a presto Liana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *