“O Spirito santo!
Tu ci riveli la conoscenza di Dio.
Tu ci comunichi la forza di amare il Signore.
Tu ispiri i pensieri divini.
Tu ci concedi il dono della parola 
Tu ci rendi capaci di glorificare Dio. 
Tu ci riempi di gioia e di allegrezza. 
Tu ci fortifichi per la lotta contro i nemici e trionfi su di loro dentro di noi”.

(San Silvano dal Monte Athos).

Carissimi,

abbiamo salutato il mese di febbraio, ricco di tanti momenti spirituali, tra questi non possiamo dimenticare il 10 febbraio, con la preghiera di benedizione nella giornata del malato, e l’11 febbraio, con l’offerta del fiore bianco alla Madonna a conclusione della Santa Messa delle ore 21.00 in memoria della B.V.M. di Lourdes.

Marzo, si prospetta il mese dell’inizio della Quaresima, tempo in cui siamo invitati a ritornare all’essenzialità della vita – attraverso le opere di preghiera, digiuno, e carità – per rafforzare la nostra amicizia col Signore Gesù e rinnovare il nostro sguardo sul mondo, sulla realtà.

In questo periodo, i venerdì di quaresima alle 20.15, continueranno le catechesi bibliche sul libro dell’esodo; è il libro in cui si racconta l’esperienza di un popolo che ancora non è popolo e che diventa popolo di Dio grazie alla guida di Dio stesso attraverso suo servo Mosè.

Ancora ci immergeremo, per la terza volta, nella Maratona di Preghiera (47 ore di preghiera col Signore); tempo per pregare attraverso le 20 intenzioni del Roseto Perpetuo di Maria e per la riparazione al male della bestemmia e dei sacrilegi e delle profanazioni eucaristiche.

Quest’anno, in onore di San Giuseppe, domenica 17 marzo, faremo una preghiera speciale per i babbi e chiederemo al Signore per loro una benedizione speciale.

Avrò ancora il piacere, insieme ai bambini, di visitare le famiglie della parrocchia in preparazione alla Santa Pasqua di quest’anno.
Momento importante in cui ci conosciamo di più e chiediamo insieme al Signore che benedica e protegga le nostre famiglie.

Data importante per san Donato, il 27 marzo, giorno della commemorazione della dipartita al cielo del nostro caro don Mario.
In quest’occasione laSanta messa sarà alle 21.00, preceduta dal Santo Rosario in suffragio del “Prete dell’Attesa”.

Più osservo questo posto e medito sull’opera che il “pennelluccio” di Dio ha disegnato su questo colle, mi pare di intravedere come delle linee ancora aperte.
Così è, d’altra parte, per ciascuna delle nostre vite, in cammino verso il compimento in Dio.

Il Signore Gesù, che guida le nostre vite verso l’eternità, compia in noi la Sua Opera.

Un caro saluto e una benedizione a tutti voi per intercessione della Madre di Dio.
Vostro don Cristian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *