“Il Signore nostro Dio verrà con potenza,

e illuminerà il suo popolo.

Alleluia”.

(Dalla Liturgia della Festa della Presentazione di Gesù)

Carissimi,

che la pace del Signore sia su tutti voi e le vostre famiglie.

Questo mese si apre con la festa della Presentazione di Gesù, quella che chiamiamo candelora, la quale ci ricorda la consacrazione del Signore al Padre; in questo giorno la chiesa ci invita a pregare in particolar modo per la vita consacrata, cioè per tutti coloro che rispondono alla chiamata battesimale alla santità con l’offerta della propria vita a Dio nella Chiesa, per la Chiesa e per il mondo.

Domenica 3 febbraio, memoria di San Biagio, c’è la consueta benedizione della gola e della frutta.
Non è solo un momento per invocare la salute fisica contro i mali di stagione e ringraziare per i frutti della terra, ma è l’occasione per chiedere al Signore il dono di una voce che annunci il vangelo e una vita ricca di frutti buoni, di buone opere.

Il 10 e l’11 febbraio si fa memoria della B.V.M. di Lourdes.
Domenica 10, con la giornata del malato, che vede un momento di benedizione per la salvaguardia della salute prima della Santa Messa delle 18.00; lunedì 11, con la Santa Messa delle 21.00, in cui potremmo offrire il fiore bianco a Maria, come segno di affetto, di gratitudine e di fiducia nella sua intercessione.

Infine, andremo in pellegrinaggio dal nostro amato Padre Pio, dal 14 al 16 febbraio.
Mi ritornano frequenti le parole di don Mario, presenti nel suo libro autobiografico, che descrive il tipo di legame che c’è tra Padre Pio e San Donato.
Un legame definito nozze mistiche/matrimonio mistico.

Questi termini richiamano un legame di una forza indistruttibile, indissolubile, in analogia del sacramento del matrimonio.
Che dono! Ne siamo consapevoli del mistero grande della presenza operante di Dio nelle nostre vite, nel mondo, nella Chiesa e in San Donato? Da quante distrazioni, invece, spesso ci lasciamo condurre così da perdersi in frivolezze e cose che fanno male all’anima propria ed altrui!

Siamo grati al Signore e alla Vergine Maria delle grazie presenti nella nostra vita e abbiamo cura di questo luogo così bello e amato dal Cielo.

Il Signore ci accompagni e ci benedica tutti.

Vostro don Cristian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *